Documento senza titolo
Documento senza titolo
Sito ottimizzato per risoluzione 1280x1024 pix
data: 21-Aug-2019 ore: 09-19
 

 

  Back to HOMEPAGE  

 

GENESI CUSTOM GUITAR LUTHERIE
“…when a game becomes a dream!”

GLOSSARIO

A seguire alcuni termini utilizzati frequestemente nel sito.

Il glossario Base vi aiuterà nellla configurazione del vostro strumento per la giusta scelta delle parti e dei legni.(configuratori Web-Based).

La giusta scelta delle parti e in particolare dei legni influisce notevolmente sul suond dello strumento che desiderate. Da tenere comunque a mente che il suono che desiderate deriva spesso da effetti (distorsori, effetti ambiente, etc) e dal playng del chitarrista.


- Binding
- Body (Corpo)

- Body - Top
- Bridge (ponte)
- Elettronics (Elettronica)
- Fingerboard (tastiera)
- Fingerboard Radius (radius tastiera)
- Frets (tasti)
- Dots (segnatasti)
- Finish Satinated (verniciatura satinata)
- Finish Transparent (verniciatura trasparente)
- Finish Hi-Gloss (finitura ultraludica)
- French Finish (finitura con gommalacca)
- Headstock (paletta)
- Headstock Top (top paletta)
- Knobs (manopole)
- Machines (meccaniche)
- Neck (manico)
- Neck Ergonomy (ergonomia manico)
- Neck Shape (Shape manico)
- Neck Joint (giunzione manico)
- Nut (capotasto-osso)
- Pickguard (battipenna)
- Pickup
- Scale (scala)
- String Retainer (abbassacorde)
- Switch (selettore pickup)
- Tone (tono)
- TrussRod
- Volume
- Woods-legni


Binding

Il binding è un bordino generalmente applicato attorno al corpo e sui margini laterali della tastiera. Il binding può essere costruito in plastica o in legno.
Il binding ha funzioni estetiche (finitura di colore differente rispetto al corpo o alla tastiera) e funzionali (in particolare, quando è fatto in plastica, funge da "paracolpi" e protegge i bordi dello strumento).
L'applicazione del binding sullo strumento aumenta il costo (e il valore) dello strumento stesso.

Body

Il corpo della chitarra è normalmente costruito con un unica tavola di legno.

In alcuni casi, scegliendo legni come l'ontano, l'acero o il frassino, notoriamente legni a tavola "stretta", sarà necessario l'incollaggio di più tavole per la costruzione del corpo. Questa tecnica, largamente utilizzata dalle liuteria di tutto il mondo, ha dei svantaggi legati, prevalentemente, alla risposta timbrica dello strumento in quanto le fibre del legno, "interrotte" dall'incollaggio delle tavole, diminuiscono la predisposizione del legno nella diffusione delle vibrazioni.

Al GCS predilegiamo l'utilizzo di legni a tavola larga (mogano) per salvaguardare le sonorità intrinseche dello strumento e dei relativi legni.

FORME. La forma del corpo è, in realtà, ininfluente nelle sonorità dello strumento. Sconsigliamo, comunque, forme troppo ppuntite e spigolose per salvaguardare l'integrità dello strumento stesso (il legno, con dei piccoli "traumi", potrebbe spaccarsi).

Body Top

In alcuni casi, viene applicando sul corpo, in aggiunta, due nuove tavole. Il legno utilizzato, di tipo differente da quello del corpo, è spesso più pregiato o più bello.
L'applicazione del Top sul corpo della chitarra ha funzioni sia estetiche (legni figurati, acero fiammato o quilted e permette verniciature su base chiara) che funzionali (permette di unire le sonorità di due differenti tipologie di legno).
ES: l'applicazione di un Top di acero fiammato su un corpo in mogano permette di ottenere le migliori risposte in frequenza possibili (vedi Legni).


Bridges

Il Bridge della chitarra elettrica è quella parte dove vengono montate le corde. Esistono in commercio molti tipi di ponte ma solo due famiglie distinte:
- Ponte fissi. I ponti fissi offrono un sustain e una predisposizione alla diffusione delle vibrazioni maggiore degli altri ponti. Alcuni di questi ponti sono costituiti da due parti
- Ponti Mobili. Offrono la possibilità di utilizzare la leva vibrato (tremolo). L'applicazioni di questi ponti è più complessa di quella dei ponti fissi: il ponte è "basculante" su due o più perni....da una parte le corde tendono ad alzare il ponte , sul restro del corpo il ponte è tenuto in posizione da molle fissate sul corpo della chitarra. Il sistema, bilanciato (corde vs molle), permette, tramite l'utilizzo della leva, l'alterazione della tonalità (tensione di tutte le corde).

Tip: La scelta del ponte influisce notevolmente sulle sonorità finali dello strumento. La scelta principale varia tra i ponti a con tremolo, floyd rose o ponti fissi.
Per esperienza consigliamo l'utilizzo dei ponti Tune-o-matic (fissi), di ponti tremolo Wilkinson (per i tremolo standard) e i floyd Ros Lycenced solamente per le vere esigenze del caso.
I ponti floyd, pur avendo un indubbia "stabilità", ci vincolano molto nelle accordature da utilizzare: il cambiamento dell'accordatura comporta inevitabilemente lo svitaggio del bloccacorde e la riaccordatura dello stumento ...cosa che non può essere fatta "live". Inoltre la sostituzione delle corde con sets di diverso spessore ci impone un retuning completo del ponte.
Ricordiamo, inoltre, che un buon ponte tremolo con delle buone meccaniche (magari autobloccanti) offre una stabilità dell'accordatura molto simile a quella dei FL (si intende ...con un uso della leva non "esasperato").


Elettrincs

L'elettronica della chitarra è costituita dai collegamenti elettrici necessari per prelevare il segnale dei pickups e inviarlo al jack di uscita dello strumento. Tra i pickups e il jack di uscita sono spesso montati uno o più potenziometri del volume o del tono e uno switch che permette di combinare i segnali dei pickup in diverso modo.


Fingerboard

La tastiera è quella "tavola" incollata sul manico dove vengono incastonati i Tasti dello strumento. Nei manici "one piece maple" la tastiera è ricavata dal manico nella stessa tavola di acero.
Il legno utilizzato per la costruzione della tastiera, assieme al legno del manico, influisce sulle sonorità finali dello strumento. I legni più frequestemente utilizzati per la costruzione della tastiera sono ebano (con risposte alle frequenze acute), palissandro (frequenze medie) e acero (frequenze medie).

Tip: la scelta del legno della tastiera tra palissandro e ebano è, per noi, legata principalmente al fattore estetico anche se possono realmente esserci differenze nella risposta timbrica dei due legni.
Consigliamo radius standard 12 pollici per la tastiera. Questo offre un buon feeling agli amanti della tecnica e un ottima suonabilità anche ai chitarristi alle prime armi.
Il GCS offre dei radius più "estremi" come il "Flat" (senza curvatura" per i chitarristi molto tecnici) che i radius vintage 9 pollici (per ricreare il feeling dei vecchi mannici americani).


Fingerboard Radius

La tastiera della chitarra, e di conseguenza i tasti, può avere diverse bombature (Radius).
Le tastiere più "vintage" hanno un raggio di bombatura (radius) molto accentuata( anche 9 pollici) e offrono una suonabilità ottima e un ottimo comfort; presentano però limiti, in particolare quando vengono effettuati dei bending e a livello di velocità di esecuzione.
Le tastiere con radius "Flat" (poco utilizzate) offrono invece le migliori prestazioni possibili in termini di velocità e gestione del bending ma rimangono "limitate" in termini di comfort.
La scelta di un radius rispetto ad una altro è molto personale: spesso, se non si ha chiaro il concetto, è meglio scegliere per un radius "medio" di 12 pollici (spesso il giusto compromesso per ottennere modernità e comfort).


Frets

I tasti sono applicati sulla tastiera ed hanno la funzione di "accorciare" la corda a seguito di una pressione delle nostre dite. I tasti possono essere di diverse misure.
Little, Medium, Jumbo e Extra-Jumbo. La larghezza dei tasti influisce sul sound della chitarra: un tasto Jumbo offre un maggiore sustain, un suono più "grosso" e richiede una maggiore pressione rispetto ad un tasto Thin.

Dots

I Dots, detti anche segnatasti, sono i riferimenti visivi intarsiati sulla tastiera. Vengono generalmente applicati in prossimità dei tasti 3,5,7,9,12,15,17,19,21,24 e, in alcuni casi (Square Dots), anche sul primo tasto.
Per ragioni puramente estetiche, possono avere differenti forme e possono essere costruiti con differenti materiali:
- Dots (puntini): a forma di "punto" del diametro di 6mm. Possono essere in plastica nera (per l'applicazione su tastiere di acero) e in madreperla (per l'applicazione su tastiere scure). Vengono forniti anche in abalone per applicazione su tastiere chiare o scure indifferentemente.
- Square: hanno forma rettangolare e sono fatti in madreperla. Su richiesta posssono essere fatti in abalone.
- Stars: hanno forma a stella e vengono costruiti in madreperla.
- Flowers: hanno forma di fiore e vengono costruiti in madreperla chiara.
- su richiesta possono essere fatti intarsi personalizzati con nomi o altre forme.


Satinated Finish

Verniciatura finale satinata della chitarra. Il risultato finale non è lucido (Hi-Gloss Finish)


Transparent Finish

Verniciatura trasparente. Viene utilizzata spesso sul corpo della chitarra per lasciar trasparire le venature del legno sottostante .


Hi-Gloss Finish

Verniciatura finale lucida della chitarra. Il risultato finale ha un altissima luminosità per ottenere un effetto "specchio"


French Finish

Si tratta di una finitura particolare della chitarra che prevede l'applicazione di gommalacca (prodotto naturale a base di alcool). La gommalacca preserva particolarmente il suono naturale del legno ma non ha un alta resa in termini di lucentezza e luminosità.


Headstock

Headstock, detta anche paletta, è la parte terminale della chitarra, dove trovano posto le meccaniche, sulle quali vengono vincolate le corde della chitarra. Può avere diverse forme che, comunque, non influiscono sul suond finale della chitarra.


Headstock Top

Si tratta dell'impiallicciatura applicata, in alcuni casi, sulla paletta. Ha la sola funzione estetica.

Knobs

Si tratta delle manopole che vanno applicate sui potenziometri di volume e tono.


Machines Head

Sono le meccaniche montate sulla paletta. Esteticamente possono avere finiture differenti (cromate, dorate, nere, etc).
Le meccaniche di tipo "autobloccante" hanno un sistema interno di "strozzamento" della corda. Questo permette, una volta sostituita la corda, di accordare la chitarra con pochi giri di chiavetta (diminuendo notevolmente il numero di spire attorno alla chiave) con conseguente miglioramente della stabilità dell'accordatura.

Tip: Le meccaniche influiscono molto sulla stabilità dell'accordatura dello strumento. Consigliamo delle meccaniche autobloccanti (Sperzel/Shaller), da abinare a ponti NON-Floyd Rose.
Utilizzando invece ponti Floyd-Rose la qualità delle meccaniche passa in realtà in secondo piano (il bloccacorde "escude" totalmente le meccaniche).


Neck

Si tratta del manico della chitarra. Il manico, può avere spessori e dimensioni differenti sull'intera lunghezza. (vedi Neck Ergonomy).

Il manico della chitarra è probabilemtne la parte più importante del nostro strumento....è la parte che trasmentte il vero feeling nella suonabilità e nella ricerca delle prestazioni anche più esasperate.
Il GCS offre diversi profili di Shape per accogliere in maniera più confortevole possibile la mano del chitarrista.


Nella progettazione del vostro strumento con il configuratore è possibile personalizzare le misure del manico.
Non vi consigliamo profili troppo sottili in quanto influiscono "troppo sulla stabilità (sia statica che dinamica) dello strumento. In particolare se montate usualmente corde troppo spesse(> .010) rischierete di dovre interagire troppo con il trussrod nella vita dello strumento.


Neck Ergonomy

Il manico della chitarra può avere spessori differenti nella sua lunghezza.
Altra caratteristica importante nella progettazione del manico è riferita proprio all'ergonomia. Consigliamo l'utilizzo di manici standard (con paletta inclinata e Thickness variabile dal primo al 12esimo tasti).
Un manico tradizionale ha uno spessore maggiore al dodicesimo tasto e minore ai primi tasti, inoltre la paletta dei manici tradizionali è inclinata.
I manici Fender hanno invece uno spessore uguale lungo l'intero manico.


Neck Shape

Il retro della tastiera ha una bombatura (Shape) per migliorare l'impugnatura dello strumento. Tale bombatura può avere forme differenti. Lo Shape standard (D Shape) ha una bombatura tradizionale simmetrica nella sezione del manico.
Il GCS offre diversi profili di Shape per accogliere in maniera più confortevole possibile la mano del chitarrista.
Lo shape standard, con profilo a "D", ha una forma simmetrica sui due lati del manico ed è comune alle più comuni chitarre commercializzate. E' la scelta che consigliamo a tutti i chitarristi ma su richiesta possiamo personalizzare il profilo del manico con dei shape "asimmetrici" (che facilitano l'utilizzo del pollice nell'impugnatura del manico) e i "V shape" che hanno un profilo simmetrico ma appuntito sulla parte centrale del manico.


Neck Joint

Si tratta della tecnica di montaggio del manico sul corpo. In ordine di "prestigio"
1 - Bolt-on: tecnica che prevede il montaggio del manico sul corpo con delle viti di fissaggio e una piastrina di supporto. Il manico può essere smontato in qualsiasi momento per eventuali azioni di manutenzione.
2 - Glued Up: tecnica che prevede l'incollaggio del manico sul corpo. Il Sustain e il suono dello strumento migliorano ma il manico non può essere smontato in caso di manutenzione e/o problemi tecnici.
3 - One Piece neck and body: è il sistema più prestigioso per la costruzione di una chitarra. Il corpo e il manico sono costruiti in un'unica tavola di legno con i migliori risultati di sustain e suono. L'utilizzo di legni ben stagionati è fondamentale per la riuscita di questa tecnica.

Tip: Certamente sistemi di attacco diversi (avvitato, incollato o altro) forniscono delle risposte timbriche differenti allo strumento. E' comunque indubbia la versatilità e l'utilità dei manici incollati che permettono eventuali modifiche future allo strumento.


Nut

Il Nut (detto anche osso o capotasto) è quel supporto che mantiene le corde in sede e distanziate tra loreo dalla parte opposta del ponte. Può essere costruito con i seguenti materiali:
- Bone/Bonoid: fatto in vero osso o materiale che simula il vero osso (Bonoid)
- Graphtech: materiale plastico a basso attrito;

Nella stessa categoria vengono evidenziati i "Bloccacorde" metallici da utilizzare però con soli ponti con Fine-Tuning (Floyd Rose® Lycensed, Shaller® o altro)

Sulle chitarre del GCS montiamo in maniera indifferente nuts in osso (fatti a mano) o in GraphTech (scelta più moderna e che permette un mantenimento più efficace dell'accordatura.


Pickguard (battipenna)

Alcune chitarre montano una mascherina battipenna per evitare di graffiare il finish della chitarra appoggiando la mano o con il plettro. Spesso il pickguard viene utilizzato per il montaggio dei pickup e dell'elettronica e per coprire tutti gli scassi.


Pickup

I Pickup della chitarra (detti anche sensori o magneti) servono per tramutare la vibrazione delle corde in un segnale elettrico ad alta impedenza, tramite l'utilizzo di un campo magnetico (generato da magneti interni), che dovrà essere poi inviato all'amplificatore. tre distinte famiglie di pickup si possono distinguere:
1 - Pickup SingleCoil o "monobobina". Sono costituiti da un solo magnete e una singola bobina. Hanno generalmente un suono squillante e una facile predisposizione ai disturbi generati da altri campi magnetici.
2 - Humbacker o Pickup doppia Bobina. Sono costruiti unendo due pickup Singlecoil in serie in maniera che i campi magnetici si annullino a vicenda diventando Hum-cancelling. Sono infatti molto meno soggetti a disturbi magnetici esterni ed hanno un suono molto più potente e "grosso" dei SingleCoil.
3 - Pickup Attivi. Possono essere SingleCoil o Humbacker indifferentemente. Hanno un campo magnetico minore rispetto ai pickup passivi ma montano, internamente, un preamplificatore di BF. Il suono finale è molto potente pur mantenendo le caratteristiche finali dei "fratelli" passivi. Il rumore è praticamente nullo. Di contro hanno bisogno di una batteria per funzionare.


Scale

La scala della chitarra è la lunghezza complessiva delle corde dal Ponte al Nut. Le scale utilizzabili sono infinite ma per semplicità ne vengono offerte solo tre. Scala lunga (64,8 cm utilizzata dalla Fender®) , scala media (utilizzata dalle PRS®) e scala corta (63,9 utilizzata dalle Gibson®).
La differenza sostanziale sta nella distanza tra i tasti (più vicini sulla scala corta) e sulla tensione delle corde (su una scala corta, le corde hanno bisogno di una tensione di utilizzo minore).

La scelta della scala della chitarra è "soggettiva". Consigliamo comunque la scala lunga (che consideriamo standard) che offre le migliori risposte armoniche e un'ottima suonabilità sulla tastiera.


String Retainer

Anche detto "abbassacorde". Ha la funzione di mantenere le corde basse nel tragitto dal Nut alle meccaniche.
Funzionalmente aumenta il sustain del suono e fa lavorare meglio la corda.


Switch

Lo switch preleva il segnale dei pickup e ne fa differenti combinazione in uscita. Esistono tre tipi principali di Switch:
1 - Switch a levetta 3 posizioni tipo Gibson: utilizzato in configurazione di due pickup (indifferentemente Humbacker o SingleCoil). Nelle due posizioni estreme commuta il suono dei due pickiup, nella posizione centrale pone i due pickup insieme in parallelo.
2 - Switch a levetta 3 posizioni tipo Fender® (Telecaster®): utilizzato generalmente in configurazione di due pickup (indifferentemente Humbacker o SingleCoil). Nelle due posizioni estreme commuta il suono dei due pickiup, nella posizione centrale pone i due pickup insieme in parallelo.
3 - Switch a levetta 5 posizioni tipo Fender® (Strato®): utilizzato generalmente in configurazione di tre pickup (indifferentemente Humbacker o SingleCoil). Nelle due posizioni estreme e centrale (1-3-5) commuta il suono dei tre pickup. Nelle posizioni 2 e 4 pone in parallelo i due pickup esterni con il centrale).


Tone

Il potenziometro del tono, assieme ad un condensatore opportunamente dimensionato crea un sistema "Filtro" RC che permette di variare il tono dello strumento. Il pot del tono può essere grenerale (1 solo tono ) o anche un tono per ogni pickup (Tipo Gibson® LP )


TrussRod

Il Trussrod è un anima in acciaio alloggiata internamente al manico che ha la funzione di regolare l'inclinazione del manico per controbilanciare la tensione delle corde della chhitarra (che tendono ad "impennarlo").

Il GCS utilizza trussrod standard e a doppia azione.
Consiglio: normalmente il trussrod dello strumento deve subire solo piccoli aggiustamenti nella vita di una chitarra. Se si ha un idea precisa delle corde che si montano generalmente sullo strumento consigliamo trussrod standard.
L'utilizzo di trussrod a doppia azione è inoltre consigliato nei casi in cui lo strumento venga molto utilizzato e trasportato: le variazioni di temperatura durante i vari trasporti potrebbero far reagire i legni del manico in maniera anomala e il TR a doppia azione permette maggiori regolazioni sul manico.


Volume

Il potenziometro del volume ha la funzione di regolare il volume del segnale dei pickup prima di inviarlo all'amplificatore.


Woods

I legni della chitarra elettrica influiscono notevolmente sull sonorità finali dello strumento. I legni più collaudati e utilizzati sono certamente il mogano e l'acero (per il corpo) e l'ebano e il palissandro (per le tastiere). Per ulteriori approfondimenti sull'argomento legni cliccare qui.


Contattaci per eventuali chiarimenti tecnici

 

 
Documento senza titolo

 

 

Which Custom specifications?

Genesi Guitars

"Check Your Project" Status " - Online
Guitar Online Configurators

Copyright © 2006 Genesi Custom Guitar Shop. All Rights Reserved Created by Dty Design

Copyright © 2006 Genesi Custom Guitar Shop. All Rights Reserved Created by Dty Design